Tuesday, November 24, 2009

Gelida Budapest

Gambe accovacciate, piedi aggrinziti, sciarpa al collo e schiena piegata in avanti più che mai...

Da circa una settimana il vero inverno è arrivato qui a Budapest, ma il giorno più bello in questi ultimi 7, è stato oggi.
Il giorno in cui la città è completamente bianca, la neve viene ancora giù e qualsiasi cosa sia scoperta è del tutto bianca, e le sensazioni di un natale che sta per arrivare su questi scenari sono senz'altro forti. Questa atmosfera prima del 2005, l'ho potuta vedere e immaginare solo in TV, ma se penso a quel natale, era tutto meraviglioso, giuro che mancavano solo le renne e Babbo Natale per completare la vignetta.
Sono un uomo del sud e forse per questo mi piace tanto la neve, forse un po come tutti quelli che non ci sono abituati... direbbero i nordici.
Intanto, sono ansioso di sentire la neve sotto le scarpe e di immortalare con la fotocamera qualche immagine gelida, con la speranza di farvi provare come ci si sente qui nell'Europa dell'est in una serata di puro inverno.

Sono a casa, ma se vi immaginate che ora come ora mi trovo a scrivere questo post vicino al camino, in un invitante calduccio magari con una copertina sulle gambe e una vicina finestra con doppi infissi rigidi....
...vi sbagliate! A causa della vecchiaia e della mancanza di un impianto di riscaldamento, questa casa è terribilmente gelida.

3 comments:

tubulidae said...

Minchia u friddo...... tutta sta neve nci piace a nuio terruncielle. Voglio andare al Varosliget.......subitooooo.

AndRea said...

collega ho fatto le foto alla tua gialla che di giallo non aveva proprio niente. era un po palliduccia:D

tubulidae said...

senza dispicere. Giovedi mattina ti voglio vedere svegliare la gialla alle 6.40. Un abbraccio giorgio